ARCHEOLOGIA

Scoperte 90 fornaci, a Selinunte la più grande fabbrica di ceramiche

di

CASTELVETRANO. Sette anni di scavi lasciano a Selinunte la scoperta dell'area industriale più grande che attualmente sia stata ma conosciuta nel Mediterraneo.

Il gruppo diretto dal professore Martin Bentz, per anni, ha indagato le sezioni di un enorme quartiere industriale di produzione di terrecotte e ceramiche greche scoperto da prospezione geofisica.

Con 1250 metri quadri di estensione e una lunghezza di 80 metri nella valle del Gorgo Cottone, in prossimità del fiume modione, sono stati scoperte circa novanta fornaci di forma rettangolare e circolare che dimostrano la notevole capacità produttiva dell' antica città di Selinunte fondata dall' ecista Pamillo intorno al 630 A.C.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI TRAPANI DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X