GUARDIA DI FINANZA

A Petrosino sequestrata mezza tonnellata di sigarette di contrabbando

di

MARSALA. Sono state scoperte all’interno di un’abitazione di Petrosino 2.050 stecche di sigarette di contrabbando per un peso di quasi mezza tonnellata. A finire nel mirino dei finanzieri una graziosa villetta nel centro del Trapanese, dove risiede una cittadina marsalese G.R., di anni 43, titolare di un noto negozio di articoli casalinghi, insieme a un cittadino tunisino, N.Z. di anni 33.

Nell’abitazione, all’interno di una stanza, sono stati trovati 410 chili di tabacchi di marca “Pine Blue”, di origine sud coreana.
In un’altra stanza i militari hanno trovato 13.200 euro in contanti.

La merce era nascosta in alcuni sacchi neri, a sua volta ulteriormente dentro sacchi di iuta con scritte in arabo, in modo che potesse sembrare contenere grosse quantità di generi alimentari provenienti dai territori nord-africani.

La coppia è stata accusata di contrabbando di tabacchi lavorati esteri. In particolare, il tunisino arrestato e successivamente condannato, dopo aver optato per il patteggiamento della pena, a mesi 10 e giorni 20 di reclusione, oltre al pagamento di 900mila euro di multa. La donna italiana è stata denunciata a piede libero.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X