MAFIA

Castelvetrano, un campo sportivo coperto in un terreno confiscato

CASTELVETRANO. Un campo polivalente coperto è stato realizzato su un terreno agricolo confiscato alla mafia lungo la strada che conduce al lago Trinità di Delia, vicino alla Provinciale 25, a Castelvetrano.

La struttura è stata finanziata per 489.243,34 euro dal Ministero dell'Interno con somme del progetto «Io gioco legale» del Pon Sicurezza-Obiettivo convergenza 2007-2013. Il Comune di Castelvetrano aveva partecipato al bando del Ministero dell'interno il 3 agosto 2011. Il finanziamento fu ottenuto un anno dopo e successivamente fu avviato l'iter per realizzare l'impianto, che ha comportato una variante al piano regolatore generale, approvata all'unanimità dal consiglio comunale nel dicembre 2012.

I ritardi per l'inaugurazione del campo, a detta dell'assessore comunale ai Lavori pubblici Girolamo Signorello, sono da addebitare «al completamento delle pertinenze esterne, come i marciapiedi, le condotte della raccolta delle acque, che il Ministero, nonostante le ripetute sollecitazioni non ha voluto realizzare perché non facenti parte del progetto di finanziamento e che sono state quindi realizzate, con un impegno di spesa di circa 30.000 euro, dalla civica amministrazione».

L'impianto, denominato «Unità d'Italia», sarà inaugurato alle 11 di venerdì prossimo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook