EROGAZIONE IN CRISI

Scopello soffre la sete: il sindaco vieta i motori elettrici

di

TRAPANI. Dopo San Vito Lo Capo anche a Scopello, villeggianti, turisti e residenti soffrono la sete. Dai rubinetti l'acqua arriva col contagocce e il sindaco Nicola Coppola ha firmato un' ordinanza che vieta l' utilizzo dei motori elettrici per il prelievo dell' acqua dalla rete idrica.

La singolare decisione del primo cittadino è arrivata dopo che alcuni turisti e vacanzieri si sono lamentati dal fatto che, anche durante le giornata di erogazione, dai rubinetti l' acqua non arrivava.

Il sindaco nell'atto firmato parla di «misura straordinaria e temporanea al fine di ridurre i disagi causati dalla carenza d' acqua nel borgo di Scopello».

«L' erogazione idrica nel borgo di Scopello è stata intensificata ma la quantità d' acqua che arriva non è ancora sufficiente per tutti i residenti nel periodo estivo - spiega il sindaco - succede così che ad alcuni arrivi perché prelevata con i motori elettrici ed altri in zone più interne rimangono, invece, all' asciutto».

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI TRAPANI DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook