PALAZZO CAVARRETTA

Conto consuntivo a Trapani, il commissario lancia l'ultimatum al Consiglio

di

TRAPANI. Si riunirà domani mattina a palazzo Cavarretta con inizio alle ore 10,30 in prima adunanza il consiglio comunale di Trapani. Si tratta di una seduta voluta dal commissario (ma vi era già la sessione dei lavori consiliari già aperta) Angelo Sajeva, nominato qualche settimana addietro dall' Assessorato regionale alle Autonomie Locali ed alla Famiglia per far approvare dagli esponenti politici di palazzo Cavarretta il conto consuntivo 2015, per il quale non è stato adottato ancora il relativo ed indispensabile provvedimento.

Infatti, come è noto se prima non verrà approvato il conto consuntivo il Consiglio comunale non può procedere alla trattazione ed approvazione del bilancio dell' anno in corso, strumento finanziario comunque già esitato dalla Giunta del sindaco Damiano.

In ogni caso c' è da dire che il commissario regionale ha dato con una nota una sorta di ultimatum al Consiglio comunale che comunque al massimo in due -tre sedute procederà ad esitare la delibera in oggetto. Va fatto osservare comunque circa la mancata trattazione ed approvazione del conto consuntivo 2015, come viene peraltro evidenziato da diversi consiglieri di maggioranza ed opposizione, che sono molti i Comuni che in Sicilia non hanno proceduto ancora a tutt' oggi ad esitare tale importante deliberazione.

«E' un dato comune a tanti Enti Locali della Regione - dice laconicamente Enzo Abbruscato, consigliere comunale del Partito Democratico -, e quindi ritengo che il problema verrà superato senza grosse difficoltà».

Peraltro c' è da dire per quanto concerne la trattazione del bilancio che il consiglio comunale preliminarmente alla trattazione del lo strumento finanziario dovrà procedere alla trattazione ed all' approvazione del programma triennale per delle Opere pubbliche per il triennio 2016-2018. E sul Piano delle Opere Pubbliche già si prevedono, stante alle varie voci di corridoio a Palazzo Cavarretta, una serie di emendamenti che potrebbero mettere in difficoltà, non politicamente, ma dal punto di vista dello schema esitato dalla Giunta lo stesso Esecutivo di Palazzo D' Alì.

Ed infine, c' è da dire per quanto riguarda la seduta consiliare di domani mattina che, considerato il periodo estivo e di ferie, probabilmente diversi consiglieri saranno assenti, ove non vi fosse il numero sufficiente alla prima adunanza verrà chiamato l' appello un' ora dopo e nel caso tale situazione si presentasse identica anche alle 11,30 il consiglio si riunirà dopodomani mattina.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X