ATLETICA MASTER

Maratona alla Filippide, il marsalese Paladino resta ai piedi del podio

di

TRAPANI. Ancora una strepitosa prestazione del marsalese Pietro Paladino, portacolori della Polisportiva Marsala Doc di atletica leggera, in occasione della non edizione della «Maratona alla Filippide», che si è svolta (senza cronometro al polso e riferimenti chilometrici) dalla parte più alta dei Monti Iblei (Chiaramonte Gulfi) fino al Museo regionale di Kamarina, con spettacolare arrivo a Punta Secca, davanti la famosa villa in riva al mare della serie televisiva «Commissario Montal bano».

Nella gara, vinta dal grande Vito Massimo Catania (col tempo di 2h, 42' e 31"), l' atleta lilibetano (il quale, a 45 anni sta riconquistando la forma dei migliori anni giovanili, quando un problema alla schiena ne bloccò, per anni, l' ascesa a livello nazionale), è stato quarto assoluto su circa 250 concorrenti, tagliando il traguardo con il tempo (ragguardevole per la sua età) di 2 ore, 50 minuti e 37 secondi.

E viste le sue ancora non del tutto esplorate potenzialità, non è affatto escluso che Pietro Paladino non possa ulterior mente abbassare questo tempo sulla più classica delle distanze dell' atletica leggera (42 km e 195 metri), avvicinandosi al suo vecchio record di 2 ore e 45 minuti.

Subito dopo il duro, quanto esaltante, impegno ragusano, Paladino ha partecipato poi alla prima prova del Grand Prix Fidal di 'corsa su strada' svoltasi tra il centro storico e il lungomare di Mazara. E anche qui, sulla distanza di 7.900 metri, è stato tra i migliori: settimo assoluto e secondo nella categoria "SM45", con il tempo di 29' e 21". Per la cronaca, la gara ma zarese è stata vinta dall' ex campione del mondo militare Francesco Ingargiola (27' e 23"), che ha preceduto il giovane trapanese Nicolò Garuccio e l' alcamese Vincenzo Giangrasso.

Alla gara di Mazara hanno partecipato, in tutto, 22 atleti della Polisportiva Marsala Doc. E oltre alla prova di Paladino, è da evidenziare anche quella di Giuseppe Mazara, tornato alle gare dopo mesi di duro allenamento, centrando l' undicesimo posto assoluto (nonché il quinto nella SM45) con il tempo di 29' e 45". A seguire, hanno poi tagliato il traguardo anche Antonio Pizzo, sesto nella SM55 con 31' e 47", Vincenzo Lombardo, Ignazio Cammarata, Pietro Sciacca, Damiano Ardagna, Giuseppe Cerame e Agostino Impiccichè.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X