LE INDAGINI

Il giallo del B&B di Trapani: segnalati altri malori

di

TRAPANI. Un «forte odore di naftalina» nel B&B Orchidea era già stato segnalato da un anonimo cliente lo scorso 14 luglio, nei commenti su uno dei siti web che pubblicizzano le strutture ricettive e consentono di prenotarvi un soggiorno. E lo stesso odore era stato evidenziato da altri clienti (Francesco e Denis) tra il settembre e l' ottobre 2015. Era, forse, monossido di carbonio? È quanto stanno cercando di stabilire gli investigatori (carabinieri e Procura) impegnati nel giallo del turista toscano trovato morto martedì mattina, nel b&b di via della Luce, Fabio Maccheroni, 43 anni, nato a Seravezza (Lucca) da famiglia versiliese. Con lui, privo, di sensi, ma ancora vivo, il trentaseienne compagno di viaggio Alessio Menicucci, agente di commercio, di Cascina (Pisa). Le condizioni di Menicucci, in coma all' ospedale di Castelvetrano, sono ancora molto gravi.

Intanto, si apprende che proprio una settimana prima della tragedia, due ragazze trentenni di Ancona che alloggiavano nella stessa stanza di Maccheroni e Menicucci hanno rischiato di fare la stessa fine. Una è svenuta in bagno, l' altra si è sentita male mentre era a letto. A salvarle, probabilmente, è stata la decisione di aprire una finestra.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE  

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X