POLIZIA E FINANZA

Trapani, fermati due presunti scafisti

di

TRAPANI. Due presunti scafisti sono stati fermati dalla polizia e dalla guardia di finanza di Trapani accusati di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.  I fermati sono il gambiano Sulayman Touraye l’ivoriano Sekou Sylla, che avrebbero condotto due gommoni con a bordo 466 migranti.

La nave Dignity I dell’associazione  Medici senza Frontiere li ha tratti in salvo con cinque distinti soccorsi nel canale di Sicilia, nelle acque internazionali, a poca distanza dalle coste libiche. I migranti sono stai poi trasbordati al molo Ronciglio del Porto di Trapani lo scorso 3 agosto.

Le forze dell’ordine hanno interrogato i testimoni che hanno fornito versioni simili riguardo le fasi del viaggio. I migranti sono partiti da Sabrata, in Libia, e hanno navigato per una notte prima di essere soccorsi. I due presunti scafisti avrebbero condotto i  gommoni utilizzando una bussola per seguire la rotta ed un telefono satellitare per allertare i soccorsi.

Bussola e telefono satellitare sarebbero stati direttamente consegnati ai due da libici, che a bordo di un altro gommone avrebbero sorvegliato i natanti per alcune miglia di navigazione.

Secondo alcune testimonianze il gambiano e l’ivoriano sarebbero stati sottoposti, prima della partenza, ad un rigoroso e lungo periodo di formazione ed addestramento alla navigazione da parte degli stessi trafficanti libici.

I due fermati sono stai poi portati nel carcere di  Trapani.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X