LA FESTA

A Trapani si rinnova la tradizione, consegnate le chiavi della città a Sant'Alberto

di

TRAPANI. Sabato sera la tradizione si è rinnovata ancora una volta. Con la consegna delle chiavi della città a Sant'Alberto degli Abbati da parte del sindaco di Trapani, Vito Damiano, si è compiuto, davanti a Palazzo D' Alì, un rito che rappresenta un punto fondamentale dei festeggiamenti in onore del Santo patrono.

Prima dell' evento tanto atteso, i padri carmelitani, in mattinata, avevano aperto il reliquiario del Santo trapanese, che dal 2007 con decreto della Santa Sede è anche patrono secondario della Diocesi, per estrarre dalla reliquia del cranio del cotone che è stato distribuito ai fedeli.

Poi al tramonto il trasporto della statua dalla Chiesa della Madonna fino all' arrivo in Cattedrale. Ieri mattina la tradizionale Santa Messa con la benedizione dell' acqua di Sant' Alberto e il bacio della reliquia. Di sera il solenne pontificale presieduto dal vescovo Pietro Maria Fragnelli, il quale nell' omelia ha evidenziato che "Gesù nel Vangelo ci ricorda che siamo il sale della terra. Nella Bibbia il sale ha un grande valore simbolico: fa pensare alla comunione tra alleati.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI TRAPANI DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook