NUOVO INCARICO

Da Trapani a Firenze, il procuratore Viola: lascio città piena di contraddizioni

TRAPANI. «Lascio una città complessa e piena di contraddizioni». L'ha detto il procuratore capo di Trapani, Marcello Viola, eletto dal Csm procuratore generale a Firenze, incontrando informalmente i giornalisti nel suo ufficio, prima di andar via. Alla guida della procura da 5 anni, Viola si è detto «onorato» di andare a ricoprire un posto ambito e di prestigio.

«A Firenze svolgerò fondamentalmente un lavoro di coordinamento, cosa diversa dal fare il procuratore della Repubblica; e questo - ha detto sorridendo - un pò mi mancherà».

Il successore di Viola dovrebbe insediarsi nella prossima primavera; a settembre dovrebbero conoscersi le candidature. Nel periodo di vacatio, reggerà l'ufficio l'aggiunto Ambrogio Cartosio. Intanto, a giorni, lasceranno Trapani anche due sostituti che hanno chiesto il trasferimento alla procura di Catania: Andrea Norzi e Anna Trinchillo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook