SANT'ANTONIO ABATE

Nuova tecnica laser mini-invasiva, a Trapani il primo intervento siciliano

di

TRAPANI. Un intervento per il varicocele è stato effettuato con il laser all'ospedale Sant' Antonio Abate di Trapani. Si tratta del primo intervento del genere in Sicilia. Si tratta di una nuova tecnica laser, mini -invasiva che ha sostituito il tradizionale intervento chirurgico per il varicocele, in anestesia generale o spinale, intervento che con il vecchio sistema avrebbe potuto creare anche problemi di natura diversa per il paziente.

Questo nuovo metodo di intervento per il varicocele, che è una dilatazione varicosa che interessa il sistema venoso del testicolo ed in particolar modo la vena spermatica e che insorge durante il periodo della pubertà con possibilità di progredire, è stato effettuato al nosocomio trapanese da un' equipe interdisciplinare guidata dai primari dei reparti di Emodinamica Arian Frasheri e di urologia Antonio Lombardo.

«Pratichiamo in anestesia locale- dice il primario di emodinamica - una micro puntura inguinale in cui inseriamo un cateterino laser, raggiunto il punto di intervento effettuiamo la sclerosi venosa, un' operazione che eseguiamo in day hospital, e dopo poche ore il paziente può già fare ritorno a casa».

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI TRAPANI DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X