CONTROLLI

Trapani, giro di vite contro le etichette false dei vini

di

TRAPANI. Il Consorzio Vini Doc Sicilia doc intensifica i controlli a garanzia del consumatore. E' nelle etichette che sono state riscontrate le principali irregolarità nel corso delle oltre 35 "verifiche ispettive" effettuate in punti vendita della grande distribuzione (sette dei quali in Germania), nel canale "Horeca" e sui siti di "e commerce" nei primi sei mesi di attività di vigilanza del Consorzio di tutela dei Vini Doc Sicilia. Presieduto dall' imprenditore marsalese Antonio Rallo, il Consorzio ha così intensificato l' attività di vigilanza sul mercato, in stretta collaborazione con l' Ispettorato centrale delle tutela della qualità e della repressione frodi dei prodotti agroalimentari di Palermo. Ampliando il proprio raggio d' azione ad altri Paesi europei (Germania e Svizzera).

"Tra gli obiettivi primari del Consorzio - afferma Antonio Rallo - insieme alla promozione e alla tutela del marchio, vi è quello di garantire al consumatore un prodotto certificato e di alta qualità. Ogni bottiglia di vino Sicilia Doc deve corrispondere allo standard previsto e riportare le corrette informazioni in etichetta". Le attività di verifica vengono svolte nella fase della commercializzazione, dai punti vendita aziendali a quelli all' ingrosso, passando per enoteche, ristoranti, bar e anche nell' e-commerce.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI TRAPANI DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook