IL CASO

Castelvetrano, assessori e massoneria: «Tutto alla luce del sole»

di

CASTELVETRANO. «La comunità castelvetranese lesa nell' immagine dalle dichiarazioni rese da alcuni commissari della commissione antimafis , rilaciate nel corso della recente visita a Trapani».

Arriva un documento di replica a firma degli assesori comunali , Girolamo Signorello, Toto' Stuppia e Giuseppe Rizzo tiranti in vallo dal presidente Rosy Bindi per lloro appartenenza a logge massoniche dichiarate e riconusciute. I tre assessori di Errante replicano anche alle recenti dichiarazioni rilasciate da alcuni componenti della Commissione Antimafia «L' immagine di una intera co munità che agli occhi della nazione appare come se fosse collusa con le peggiori organizzazioni criminali» scrivono gli assessori nella lettera.
«La Massoneria -spiegano Signorello- Stuppia e Rizzo- è una Istituzione Universale che persegue la ricerca della verità e il perfezionamento dell' Uomo e dell' Umana Famiglia; opera per estendere a tutti gli uomini i legami d' amore che uniscono i Fratelli; propugna la tolleranza, il rispetto, di sé e degli altri, la libertà di coscienza e di pensiero. Presta la dovuta obbedienza e la scrupolosa osservanza alla Carta Costituzionale dello Stato democratico Italiano ed alle Leggi che ad essa si ispi rino».

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI TRAPANI DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook