IL CASO

Aborti al Sant'Antonio, Cgil e Uil Trapani: soluzione non soddisfacente

di

TRAPANI. Facciamo appello all'Assessore alla Sanità Baldo Gucciardi e ai deputati regionali eletti in provincia di Trapani, affinché, prendendo spunto dalle esperienze virtuose di alcune regioni, possano attivarsi per trovare risposte concrete e definitive per una efficace applicazione della legge 194/78, e per fare in modo che nel territorio trapanese, siano efficacemente garantiti tutti quei servizi che tutelano la maternità e la salute della donna".

Antonella Granello e Antonella Parisi rispettivamente del coordinamento donne Cgil e Uil Trapani, in una lettera aperta all' assessore regionale alla Sanità, Baldo Gucciardi, e ai deputati eletti nel Trapanese, "prendendo spunto dalle esperienze virtuose di alcune regioni", auspicano che "possano attivarsi per trovare risposte con crete e definitive per una efficace applicazione della legge 194/78, e per fare in modo che nel territorio trapanese, siano efficacemente garantiti tutti quei servizi che tutelano la maternità e la salute della donna".

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI TRAPANI DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X