L'INIZIATIVA

Capitale della cultura, Comuni elimo-ericini in gara

di

ERICE. La concorrenza è spietata. L' Unione dei Comuni elimo-ericini, che comprende Buseto Palizzolo, Custonaci, Città di Erice, Paceco, San Vito lo Capo, Valderice, però, ci crede ed ha ufficializzato la propria candidatura a «Capitale della cultura 2018».

Bisognerà "gareggiare" con Palermo, Caserta, Spoleto, Ercolano, Recanati, Benevento, Trento, Iglesias ed altri comuni del Nord, del Centro e del Sud. Frattanto, ieri mattina, la Fondazione architetti nel Mediterraneo di Trapani «Francesco La Grassa», Ente di riferimento presso il ministero per i Beni culturali, le Attività culturale e il Turismo per la candidatura dell' Unione dei Comuni elimoericini al bando MiBact «Capitale italiana della cultura», i sindaci dei Comuni concorrenti, i presidenti delle Fondazioni e delle associazioni di progetto hanno incontrato il prefetto Leopoldo Falco per illustrare il dossier di candidatura, inviato al Focus Capitali della Cultura del MiBact lo scorso 30 giugno.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI TRAPANI DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE 
IN BREVE.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X