GUP

Marsala, tunisino a giudizio per stalking

di

TRAPANI. Avrebbe tempestato l'ex moglie marsalese di telefonate, insultandola e minacciandola, e quando ritornava a Capo Boeo l' avrebbe anche seguita nei luoghi in cui si recava. Protagonista della vicenda è un tunisino di 37 anni, Riadh Dhaoui, rinviato a giudizio per stalking dal giudice delle udienze preliminari Francesco Parrinello.

Secondo l' accusa, il nordafricano, dopo essersi separato da L.B., 36 anni, marsalese, dal febbraio 2014 in poi avrebbe iniziato a "tempestarla quotidianamente di chiamate e messaggi telefonici". Nel solo periodo tra l' 1 dicembre 2014 e il 23 marzo 2015 sono stati riscontrati ben 1350 contatti telefonici. L'uomo, legalmente separato da L.B. dal 16 maggio 2013, al telefono avrebbe minacciato di morte sia la donna che i suoi genitori.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI TRAPANI DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

 

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X