AMBIENTE

Scoppia l'emergenza rifiuti nel Trapanese, allarme dai sindaci: stagione a rischio

di

TRAPANI. Quando alle 14,30 di ieri il sindaco di San Vito Lo Capo è rientrato in Comune dalla Prefettura di Trapani si è detto «seriamente preoccupato». Cinque ore di riunione con gli altri sindaci della provincia per affrontare l'emergenza rifiuti che da qualche giorno sta interessando tutti i comuni del Trapanese e che rischia di mettere in ginocchio la stagione estiva in ogni angolo della provincia per i problemi tecnici della discarica di contrada Borranea a Trapani.

Da San Vito lo Capo a Favignana e Selinunte, da Mazara del Vallo a Castellammare del Golfo, i rifiuti da giorni rimangono sulle strade, coi cassonetti ricolmi e i cumuli che diventano sempre più discariche a cielo aperto, mentre la stagione turistica è entrata nel vivo.

Turisti e rifiuti per un' estate che si preannuncia drammatica. La preoccupazione di Matteo Rizzo, primo cittadino di San Vito, è proprio questa: «Come faremo quando, a stagione piena si produrranno 30 tonnellate di rifiuti al giorno solo a San Vito Lo Capo?».

Nel paese con spiaggia bianca e mare azzurro i turisti hanno visto già i rifiuti per le strade. La raccolta della differenziata e dei rifiuti solidi urbani avviene col sistema del «porta a porta» e, quando non si può effettuare la raccolta i sacchetti rimangono sulle strade.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI TRAPANI DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X