MAFIA

 Salemi, affidato bene confiscato al boss Miceli

di

TRAPANI. Un bene confiscato che viene restituito alla collettività. Ieri mattina negli Uffici della Prefettura di Trapani, alla presenza del Prefetto Leopoldo Falco, la Soprintendenza dei Beni Culturali di Trapani e la Società Cooperativa Sociale Onlus denominata "Rita Atria Libera Terra" è stato stipulato un contratto di concessione in comodato d' uso gratuito di un immobile confiscato alla mafia.

Nello specifico si tratta di un fondo agricolo di 70 ettari in contrada Masseria Vecchia, appartenenti al boss salemitano Salvatore Miceli. L' iter per la confisca risale al 1987, ma nonostante siano passati quasi 30 anni, il bene, non aveva mai avuto un assegnatario.

Nel 2011, durante l' amministrazione Sgarbi, vista "l' indecisione" del Comune, l' agenzia nazionale dei beni confiscati, decide di revocare la consegna del terreno al Comune di Salemi.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI TRAPANI DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

 

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X