BENI ARCHEOLOGICI

Selinunte, il Parco "raddoppia": nuovo ingresso per andare ai templi

di

SELINUNTE. Il nuovo ingresso è a due passi dai Santuari delle divinità, la zona della Malophoros e della Gaggera che, spesso, rimanevano fuori dai consueti circuiti turistici perché lontani dalla collina orientale e dall' Acropoli. Ora il Parco archeologico di Selinunte lo si potrà scoprire anche in quelle zone rimaste, per decenni, in ombra e senza sentieri. Per la prima volta nella storia del Parco più grande d' Europa ieri è stato inaugurato un secondo varco d' ingresso, stavolta con accesso dalla frazione di Triscina di Selinunte, al lato opposto a quello dentro la città di Marinella.

Un taglio del nastro dopo tante vicissitudini: un primo stralcio di lavori nel 2008, poi anni di fermo coi vandali in azione e nel 2012 il lotto di completamento ultimato nel 2014 per 2,5 milioni di euro. Tutti fondi europei, progettazione realizzata dal docente Giuseppe Guerrera sotto la sindacatura di Gianni Pompeo e oggi opera inaugurata dall' attuale sindaco Felice Errante. «Pensammo a questo ingresso nell' ottica della riqualificazione di Triscina - racconta Guerrera - ecco perché al normalissimo ingresso abbiamo abbinato la centralità di una zona "neutra" cittadina».

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X