DISAGI

Mazara, sui vagoni caldo e posti insufficienti

di

MAZARA DEL VALLO. I pendolari della tratta Castelvetrano - Mazara - Trapani, protestano. Anche nel 2015, nel corso di un incontro con il Prefetto di Trapani, le lamentale sono state dure ma nulla è cambiato, oggi la situazione, a sentir loro, è diventata insostenibile. Il comitato "pendolari in movimento", si è rivolto al Direttore Generale Trenitalia, Ingegnere Maurizio Mancarella, all'ingegnere Andrea Esposito, nonché alla direzione della Sicilia di Trenitalia per sottolineare il proprio disappunto per il servizio prestato dalle Ferrovie dello Stato.

In particolare, nella nota del comitato, a firma dell' architetto mazarese Gerry Bianco, si pone in evidenza il disagio dello scorso 15 giugno quando per la corsa 8623 delle 6.39 con partenza da Mazara, le FS hanno presentato una sola carrozza per un orario di punta con centinaia di pendolari che si sono visti costipati in una sola vettura, con un sovraffollamento che ha generato agitazione e tensione nei passeggeri che hanno imprecato in maniera insistente e pesante sui dipendenti in servizio col rischio di finire alle mani.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI TRAPANI DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook