POLIZIA

Arrestato per una rapina a Trapani, incastrato dalle tracce di sangue

di

TRAPANI. Ad incastrarlo sarebbero state le tracce di sangue che ha lasciato nella gioielleria rapina. Così Carmelo Alogna, 30 anni, trapanese, già noto alle forze dell' ordine, è stato arrestato dagli agenti della Squadra mobile in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare. Il provvedimento restrittivo a carico dell' indagato è stato emesso dal giudice per le indagini preliminari del tribunale del capoluogo, su richiesta del sostituto procuratore Franco Belvisi che ha coordinato le indagini.

Secondo la tesi accusatoria, Carmelo Alogna sarebbe il responsabile di una rapina messa a segno il 21 agosto del 2015. Nel mirino, una gioielleria della centralissima via Fardella. Indossando un casco da motociclista per non farti vedere in volto, il trentenne avrebbe fatto irruzione nel locale. Dopo aver minacciato con un' arma la commessa, si sarebbe impossessato di denaro contante e di numerosi oggetti d' oro. Il rapinatore ha agito con un complice che faceva da palo.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI TRAPANI DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X