LA TRAGEDIA

Palloncini bianchi per l'addio al piccolo Cristian a Trapani

di

TRAPANI. Le campane suonano a lutto nel giorno dell' ultimo saluto, dell' addio, del viaggio senza ritorno. Le lacrime nella Cattedrale San Lorenzo, nella zona del centro storico, scorrono come un fiume in piena. Colonna sonora di una tragedia assurda che ha colpito una famiglia assai conosciuta e sconvolto due comunità: quella trapanese e quella ericina.

Il dramma dei La Sala, originari del borgo medievale ma residenti in città, è il dramma di tutti. Addio a Cristian, ieri mattina, tra lacrime, fiori e tanta rabbia per una vita spezzata troppo in fretta. Otto anni il bambino li avrebbe compiuti il prossimo mese di agosto.

Una folla commossa ha partecipato ai funerali del piccolo deceduto dopo essere precipitato dal lucernario per recuperare la palla con cui stava giocando con i suoi cuginetti Marika e Marco, testimoni di una tragedia che si è abbattuta come un fulmine a ciel sereno in una maledetta domenica, iniziata come tante altre, ma finita male. Cristian non ha avuto scampo.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI TRAPANI DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X