AMBIENTE

Alcamo Marina, cumuli di rifiuti e proteste degli operai

di

ALCAMO. Cumuli di rifiuti nelle periferie e, soprattutto, ad Alcamo Marina. Si notano percorrendo la strada statale 187 che taglia in due la località balneare. Ai margini della carreggiata, infatti, aumenta la quantità di discariche di immondizia a cielo aperto. La gestione del servizio rifiuti è allo sbando.

Dapprima l' emergenza discariche, che permane tuttora. Poi, mercoledì scorso, anche lo sciopero nazionale dei lavoratori dell' igiene ambientale proclamato da Cgil, Cisl e Uil in parti colare nell' azienda Aimeri Ambiente.

Sciopero al quale ha aderito il 90 per cento degli operatori. L' astensione dal lavoro è stata decisa per protestare contro il mancato rinnovo contrattuale da 28 mesi. I sindacati sollecitano "i Comuni che stanno riorganizzando il servizio di raccolta dei rifiuti ad elaborare piani d' ambito che tutelino nel miglior modo possibile il futuro occupazionale dei lavoratori già impegnati nel settore".

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI TRAPANI DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook