IL CASO

Marsala, «evade» per tornare in carcere: condannato

di

MARSALA. Voleva andare in carcere, ma è finito sotto processo per evasione dagli arresti domiciliari. E per questo, adesso, seppur con attenuante, è stato condannato a sei mesi di reclusione.

Il giudice Blanda, infatti, lo ha condannato alla metà del minimo della pena prevista dalla legge. Protagonista della vicenda è il 42enne pre giudicato ex tossicodipendente catanese Guglielmo Quattrocchi, che nel 2012 si trovava ai "domiciliari" presso la sede marsalese della comunità "Faro".

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI TRAPANI DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X