AMBIENTE

Incendio a Pantelleria, Galletti: "Rinascerà più bella di prima"

incendio pantelleria, ministro dell'ambiente, Gianluca Galletti, Trapani, Politica
Il ministro dell'Ambiente, Gianluca Galletti
ROMA. «Pantelleria rinascerà grazie alla forza ed alla passione dei suoi abitanti, soprattutto dei suoi giovani e avrà una spinta in più: quella del Parco nazionale che sarà istituito sull'isola».

Così il ministro dell'Ambiente, Gianluca Galletti, durante le celebrazioni per i trent'anni del dicastero, alla presenza del capo dello Stato, Sergio Mattarella. «Pantelleria tornerà più bella, più verde e più protetta di prima», dice Galletti. «Se qualcuno pensava di cancellare con il fuoco le speranze, il futuro, la straordinaria specialità dell'isola - aggiunge il ministro - non ha capito niente dei panteschi ma nemmeno dello stato e di questo ministero».

Galletti, a proposito degli incendi sull'isola, rivolge «un commosso saluto e un incoraggiamento alla popolazione di Pantelleria», segnata proprio dall'incendio «che ha arrecato gravissimi danni».

Il ministro dell'Ambiente è intervenuto anche sulle ecomafie: "Criminalità organizzata che aggredisce e avvelena per i suoi affari illeciti il territorio, sono un massacro di natura e una minaccia per la salute pubblica, come sanno gli abitanti della cosiddetta 'Terra dei fuochi', a cui dobbiamo la difesa dalle cosche e la bonifica della loro terra".

"Parlando di questi temi - osserva Galletti - mi fa piacere ricordare l'impegno del presidente del Senato Piero Grasso che da Procuratore Antimafia prima ed oggi nel suo alto ruolo istituzionale non ha mai smesso di segnalare l'importanza di una risposta adeguata dello Stato nei confronti della criminalità ambientale".

Poi il ministro ricorda come "l'impegno su questo fronte sia massimo e la normativa sugli ecoreati, approvata nei mesi scorsi dal Parlamento, credo sia stato uno dei provvedimenti più importanti assunti in questa Legislatura. Abbiamo dato un segnale forte: tolleranza zero, nuovi strumenti normativi adeguati all'evoluzione dei fenomeni e massima severità nei confronti di chi deturpa l'ambiente, lo avvelena, lo distrugge".

Galletti ricorda anche "l'impegno messo in campo a difesa della legalità" con "lo straordinario lavoro che quotidianamente viene espletato dai Carabinieri dei Nucleo operativi ecologici, dai militari del Reparto ambientale marino della Guardia Costiera Capitanerie di Porto e dal Corpo Forestale".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook