CORPO FORESTALE

Incendi a Pantelleria, enormi danni al patrimonio naturalistico

TRAPANI. Un evento eclatante messo a punto con la precisa volontà di colpire e distruggere il patrimonio naturalistico dell'isola di Pantelleria. A dirlo in una nota è il dirigente del corpo forestale di Trapani, Francesco Randazzo. «Appare chiaro - scrive - che l'evento calamitoso non è riconducibile a fatti accidentali o colposi, ma è da ascrivere a una precisa volontà di colpire e distruggere il patrimonio naturalistico dell'isola provocando intenzionalmente un fatto eclatante ed un danno di proporzioni rilevanti».

E in risposta a chi ha sollevato critiche sul presunto impiego tardivo dei canadair, Randazzo precisa che non ci sono stati nè ritardi nè inerzie nelle operazioni di spegnimento dell'incendio che per quattro giorni ha devastato Pantelleria.

Randazzo ricorda che la segnalazione del rogo è arrivata intorno alle 18,30 e che gli aerei antincendio non possono volare oltre le 19,30. Era quindi tecnicamente impossibile organizzare il servizio. I Canadair sono intervenuti invece a più riprese a partire dalle 4,53 del mattino successivo e fino alle 19,44 di ieri.

«La fittezza, l'altezza della vegetazione, l'orografia e l'intensità del vento - aggiunge Randazzo - non hanno consentito, sia di giorno che di notte, alle forze di terra il controllo del fuoco rimanendo l'intervento aereo l'unico mezzo per contrastare l'evento».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X