IL CASO

Trapani, il centro Cara abbandonato e danneggiato

di
TRAPANI. Il centro Cara abbandonato e danneggiato dai vandali. Ed adesso Mimmo Fazio capogruppo di “Uniti per il Futuro” e Francesco Salone, vicecapogruppo de “I ricostruttori” hanno presentato un esposto alla Procura Generale della Corte dei Conti nel quale pongono in rilievo come l’immobile di Salinagrande, utilizzato dal ministero dell’Interno come Centro Accoglienza Richiedenti Asilo, sia stato chiuso e riconsegnato al Comune nel marzo 2015, nonostante il ministero ne avesse annunciato la dismissione già nel settembre 2014, e solo il 4 aprile scorso l’amministrazione ha pubblicato un bando per la sua assegnazione in concessione, preferibilmente ad enti, associazioni e privati che lo utilizzino per attività legate alla originaria destinazione socio-assistenziale: centro di accoglienza per ragazze madri.
«Nobile e virtuoso intento ma – sono le parole utilizzate da Mimmo Fazio e Francesco Salone – assolutamente tardivo considerato che l’ex Cara non è stato chiuso 30 o 60 giorni prima del bando, bensì ben 13 mesi prima. Un tempo davvero troppo lungo, con l’immobile lasciato senza alcuna guardiania, perché non accadesse l’irreparabile».
DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI TRAPANI DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X