TRIBUNALE

Marsala, imprenditore a giudizio per abusi sessuali

di

MARSALA. Maltrattamenti in famiglia, minacce all' ex compagna e violenza sessuale, sia in danno della donna che delle figlie minorenni che questa aveva avuto con un altro uomo. Sono questi i reati contestati a un imprenditore marsalese di 50 anni rinviato a giudizio dal gup Francesco Parrinello.

Secondo l' accusa, tra il 2006 e il 2013, la convivente sarebbe stata pesantemente «offesa e umiliata» in presenza dei figli, minacciata di morte e picchiata. La donna sarebbe stata costretta, inoltre, a subire atti sessuali. E quando i figli difendevano la madre, anche loro sarebbero stati picchiati e ingiuriati. Quando, poi, la madre non era a casa, in più occasioni, l' uomo avrebbe molestato sessualmente le figlie della convivente, che all' epoca dei fatti erano ancora minorenni.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI TRAPANI DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook