AMMINISTRAZIONE

A Castellammare l'«orto della legalità»

di

CASTELLAMMARE. La cooperativa "Unione delle famiglie", composta da cittadini castellammaresi con disagio economico, ha piantato pomodori, zucchine e lattuga, melanzane e cicoria in un orto "sociale", sorto in un terreno sequestrato alla mafia, in contrada San Paolo della Croce.

Il terreno è stato affidato dall' amministrazione comunale ai soci della cooperativa che hanno ripulito e bonificato l' appezzamento di terreno di circa milleseicento metri dove ci sono anche alberi da frutto: pero, nespolo e l' immancabile e longevo ulivo. Quindi il terreno è stato coltivato ed è stato realizzato un orto, con prodotti esclusivamente biologici, che sarà inaugurato giovedì 19 maggio alle ore 10, alla presenza delle autorità cittadine.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI TRAPANI DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X