A BUSETO PALIZZOLO

"Tentò di uccidere il vicino di casa", condanna confermata in Appello

di

BUSETO PALIZZOLO. Con una coltellata avrebbe tentato di uccidere il suo vicino di casa. La quarta sezione della Corte di Appello di Palermo ha confermato la sentenza con la quale il gup del Tribunale di Trapani, Antonio Cavasino, aveva condannato a 4 anni reclusione Giacomo Candela, 64 anni, l' uomo di Buseto Palizzolo che alla fine di aprile del 2012 accoltellò Franco Labita, 44 anni.

Si è trattato del quarto processo in ordine a questa vicenda perché un primo pronunciamento della Corte d' Appello era stato annullato dalla Suprema Corte di Cassazione che aveva disposto, appunto, un nuovo giudizio. Confermata in pieno, quindi, la sentenza di primo grado con la quale il giudice dell' udienza preliminare, di fatto, aveva dimezzato la pena di 8 anni di reclusione che era stata proposta dal pm Anna Trinchillo, escludendo l' aggravante dei futili motivi e concedendo all' imputato le attenuanti generiche.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI TRAPANI DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X