IL PROGETTO

Stabilimento termale, a Castellammare ecco gli ungheresi

di

CASTELLAMMARE. L'Ungheria chiama Castellammare. Lo Stato dell' Europa centro -orientale ha scelto, infatti, la città del Golfo per esportare la sua eccellenza: il termalismo terapeutico.

Dopo un anno di contatti per far decollare il progetto di utilizzo delle acque termali a Castellammare, nella sede del consolato di Milano, l'assessore Antonino Marchese, in rappresentanza dell'amministrazione, ha incontrato il sottosegretario all'Economia ungherese, Adam Ruszinjò, il console generale Ju dit Timaffy, il sindaco di Heviz.

Presenti un architetto per la progettazione e l' impiantistica, esperti per la competenza termale medica e riabilitativa e il console onorario d' Ungheria a Genova, l' avvocato Giacomini. Tutti invitati dal console generale appositamente per presenziare all' incontro con l' amministrazione comunale di Castellammare.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI TRAPANI DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X