TRIBUNALE

Marsala, in 46 davanti al giudice monocratico per droga

di

MARSALA. Diversi filoni d'indagine sono confluiti in un unico procedimento che, in Tribunale, davanti al giudice monocratico Matteo Giacalone, vede imputate, per "fatti di droga", ben 46 persone.

In gran parte mazaresi, o nordafricani residenti a Mazara, e alcuni marsalesi. Sulle indagini, svolte dai carabinieri di Marsala e Mazara, alla prossima udienza, il 10 giugno, quando il dibattimento dovrebbe entrare nel vivo, riferirà il luogotenente Alberto Furia. Il "maxi-processo" è nato soprattutto grazie a intercettazioni telefoniche che agli investigatori hanno consentito di individuare i presunti spacciatori. Molti dei quali volti già noti alle forze dell'ordine e alla magistratura.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook