DELEGAZIONE IN VISITA

La valle del Belice e Campobello "puntano" ad essere patrimonio Unesco

di

GIBELLINA. Le bellezze archeologiche e culturali della Valle del Belice “patrimonio dell’umanità”. Da Selinunte , a Torretta Granitola alle Cave di Cusa di Campobello di Mazara e ai siti culturali monumentali di Partanna e Gibellina si po’ ipotizzare un percorso storico e culturale che potrebbe ambire all’autorevole riconoscimento di “patrimonio dell’umanità” passando dalla supervisione dell’Unesco.

E’ l’intenzione manifestata da commissario Unesco Raymond Bondin in visita nel territorio belicino nei giorni scorsi a margine del convegno che si è svolto al Baglio Florio di Selinunte. «Luoghi straordinari». Così il commissario dell’Unesco Bondin, ha definito la Tonnara di Torretta Granitola, attuale sede dell’Istituto per l’Ambiente marino e costiero del Consiglio Nazionale delle Ricerche; l’area di Selinunte, Partanna e Gibellina. Bondin già sabato sera al Castello Grifeo di Partanna davanti al sindaco Nicola Catania, aveva manifestato l’intenzione di esitare positivamente la proposta di valorizzare l’intera area collegata a Selinunte a patrimonio dell’ Umanità.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook