INVESTIMENTI

Dal Veneto a Mazara per fare vino biologico

di

MAZARA. Biologico e siciliano. Nasce dai vigneti di Mazara che producono vini di alta qualità. Non è una novità in assoluto ma Enoitalia di Verona, fra le prime dieci aziende vinicole del nostro paese, sempre a caccia di viticoltori autoctoni nelle aree più vocate d'Italia, dopo avere lanciato lo scorso anno "Vite mia", progetto di filiera volto a preservare un metodo di coltivazione millenario e sempre più raro, quale la vite ad alberello salentina, l'azienda ha scelto un'altra zona, la Sicilia, precisamente l'area attorno a Mazara del Vallo, vigneti prossimi al mare, per promuovere un'agricoltura sostenibile e un prodotto di qualità "naturalmente" biologico.

Vite mia quindi si fa in due, con un vino bianco ottenuto da un vitigno autoctono siciliano, il Grillo, biologico per natura, grazie alle caratteristiche pedoclimatiche dell'area. Vite mia rappresenta una sorta di operazione sociale, in linea con i valori aziendali, una vera economia di scala in cui Enoitalia è diventato player fondamentale a sostegno di autentici "contadini della vite", in un contesto globale in cui viticoltori autoctoni hanno sempre più difficoltà a stare nel mercato.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE 

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X