CINQUE COMUNI

Unione del Belice, bloccato da mesi il servizio anti-randagismo

di

TRAPANI. Dall’agosto del 2015 il servizio anti randagismo nei cinque comuni dell’Unione del Belice è rimasto bloccato. «Il motivo è legato al fatto che l’associazione che aveva l’incarico è stata coinvolta in una vicenda giudiziaria» spiega ora l’ex presidente dell’Unione, Nicola Catania, sindaco di Partanna.

Il servizio contro il randagismo è uno di quelli che i comuni di Poggioreale, Salaparuta, Santa Ninfa, Partanna e Gibellina, hanno deciso di consorziare per abbattere i costi. E non è il solo che ha accusato una battuta d’arresto. Perché dalla primavera del 2015 l’Unione ha rallentato le proprie attività sino a fermarsi nell’estate scorsa. Da maggio ad agosto la Giunta si è riunita soltanto due volte, poi tutto si è fermato. Il nuovo segretario non è stato nominato e i funzionari dei comuni non più riconfermati.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X