APPELLO

Castelvetrano, dissequestrati i beni a Signorello

di ,

CASTELVETRANO. I giudici della Corte d’Appello di Palermo, hanno dissequestrato parte del patrimonio riconducibile a Vito Signorello, già condannato per mafia, posto sotto confisca dal Tribunale di Trapani.

Secondo i giudici di secondo grado, i beni in questione sono stati acquistati in una fase antecedente al periodo in cui Signorello è stato ritenuto vicino al boss Matteo Messina Denaro e socialmente pericoloso. Gli immobili restituiti alla famiglia di Vito Signorello si trovano a Castelvetrano e Selinunte. I giudici della Corte d’Appello hanno verificato che i possedimenti oggetto d’indagine, derivano dall’ingente patrimonio ereditato dalla moglie Iolanda Biongiardina, figlia di un noto avvocato di Castelvetrano scomparso qualche anno fa.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X