CORTE D'APPELLO

Partanna, niente posto fisso per 50 precari

di

PARTANNA. “I lavoratori precari non hanno diritto né alla stabilizzazione e né alla conversione del rapporto di lavoro da tempo determinato a tempo indeterminato. A dirlo sono due sentenze (le numero 8 e 9 entrambe del 17 marzo 2016) della Corte di Appello di Palermo, Sezione per le controversie di lavoro, che ha sentenziato così sul contezioso aperto contro il comune di Partanna da cinquanta lavoratori precari che chiedevano di essere inquadrati a tempo indeterminato nei ruoli.

La Corte di Appello di Palermo infatti ha confermato il giudizio emesso in Primo grado dal giudice del lavoro del Tribunale di Marsala il 5 luglio 2013. “In materia di pubblico impiego un rapporto di lavoro a tempo determinato non è suscettibile alla conversione in uno a tempo indeterminato” si legge nella sentenza. Una verdetto che richiama anche un giudizio emesso dalla Corte di Appello dell’Aquila il 12 marzo del 2015 che aveva sentenziato così: “Questo tipo di assunzione rappresenta esclusivamente un’opportunità ma non certo un obbligo per le amministrazioni interessate”.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X