AEROPORTO

Aeroporto di Birgi, "diffida" ai Comuni che non pagano

di

TRAPANI. La linea dura ha funzionato e diversi Comuni, a cominciare da quello di Trapani hanno disposto i pagamenti, o comunque si sono attivati per farlo, delle rispettive quote dell’accordo di co-marketing finalizzato al mantenimento dell’operatività di Ryanair all'aeroporto di Birgi. E pertanto Pino Pace, il presidente della Camera di commercio, Ente che funge da «cabina di regia» dell’intesa, è intenzionato a proseguire su questa strada.

Nella riunione del prossimo giorno 29 del «Comitato ristretto per il co-marketing», infatti, oltre ad ascoltare gli aggiornamenti che darà il presidente di Airgest Franco Giudice sui contatti con Ryanair per verificarne la volontà di proseguire anche dopo la scadenza dell'attuale intesa, la sua operatività su Birgi, sarà deciso anche il da farsi nei confronti dei Comuni inadempienti. A riguardo sono già partite le prime lettere di sollecito «bonario» per i pagamenti. In caso di mancata risposta o ulteriore inadempienza, il Comitato potrebbe, o meglio, dovrebbe decidere di adire le vie legali per ottenere la riscossione delle somme dovute.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X