TRIBUNALE

Porto di Castellammare, il Comune si costituisce parte civile

di

CASTELLAMMARE. Il Comune di Castellammare del Golfo si costituisce parte civile nel procedimento penale che riguarda 4 persone indagate per i lavori al porto: Rosario Agnello (legale rappresentante della società consortile “Nettuno”), Mario Giardina (direttore del cantiere), Domenico Parisi (rappresentante dell’Associazione temporanea d’imprese: Cogem di Alcamo, Comesi di Palermo e Coveco di Marghera) e Leonardo Tallo (direttore dei lavori, nominato dalla Regione).

Secondo le indagini, condotte dalla guardia di finanza e coordinate dai sostituti procuratori Andrea Tarondo e Anna Trinchillo, i massi, realizzati a protezione delle mareggiate, sarebbero stati costruiti con calcestruzzo depotenziato, in difformità con il capitolato d’appalto e, pertanto, non efficaci al ruolo che avrebbero dovuto assumere.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X