UDIENZA PRELIMINARE

Estorsione ai lavoratori nel Trapanese, otto gli imputati

di

Avrebbero dato vita, secondo l’accusa, ad un vero e proprio sodalizio criminoso che minacciava il licenziamento nel caso in cui i lavoratori dipendenti di un’impresa di multiservizi non avessero consegnato una parte dello stipendio, compreso il Tfr, che figurava in busta paga.

Otto persone sono state chiamate a rispondere, dinanzi al giudice per le udienze preliminari di Trapani Emanuele Cersosimo, dei reati in concorso fra loro a vario titolo, di estorsione e truffa e, due di loro, di quello di illecito trattamento dei dati personali. Si tratta di Massimo Tempesta, 44 anni; Francesco Tempesta, 19; Maria Antonietta Barraco 55; Pietro Di Bella 37; Giacomo Barraco 60; Antonino Castiglione 37; Maria Concetta Mangione, 43; Giovanni Stinco, 37.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X