IL CASO

Trapani, il Comune chiede all'ex Provincia 104 mila euro

di

TRAPANI. Il Comune contesta al Libero Consorzio Comunale di Trapani (l’ex Provincia) di avere omesso o comunque di avere effettuato in maniera insufficiente i versamenti Ici (imposta comunale sugli immobili) relativi all’anno 2010 e fa notificare un avviso di accertamento per un importo complessivo, riferito al tributo, alle sanzioni e ad interessi per complessivi 104.625 euro. Sulla questione si è aperto un contenzioso perché l’ex Provincia sostiene che si tratta di un errore.

Il quadro immobiliare per l’anno 2010 considerato dal Comune di Trapani al fine della pretesa tributaria in materia di Ici riguarda anche immobili di fatto adibiti ad attività istituzionali dell’Ente nonché concessi in affitto ad Amministrazioni dello Stato ed anch’essi destinati a compiti istituzionali. Ciò li renderebbe esenti dall’Ici «come peraltro emerge da varie recenti sentenze della Corte di Cassazione Sezione Tributaria», sottolinea il Libero Consorzio. Da qui la proposizione di un ricorso alla Commissione tributaria provinciale con incarico ad un funzionario del settore «Servizi finanziari», Vincenzo Torregrossa, iscritto all’Ordine dei dottori commercialisti ed esperti contabili, di rappresentare le ragioni dell’ex Provincia.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook