LUNGOMARE

Furti di rame a Trapani, rimane chiusa l'isola ecologica

di

TRAPANI. Un furto che oltre al danno materiale ha anche arrecato disagi alla collettività.
Da tre giorni, infatti, è chiusa l’Isola ecologica, a Trapani. Nella notte tra domenica e lunedì scorsi, infatti, i «soliti ignoti» hanno fatto «visita» all’impianto di lungomare Dante Alighieri, facendo man bassa di cavi, condizionatori, quadri elettrici e altro materiale da piazzare, poi, nel mercato clandestino.

Portata a compimento la loro missione, i responsabili dell’incursione si sono dileguati, riuscendo a far perdere le proprie tracce, complice il buio della notte. Il furto è stato scoperto, lunedì mattina, dai dipendenti che si sono recati al lavoro. Gli autori del “colpo” si sono mossi con grande disinvoltura, aggirando le telecamere del sistema di videosorveglianza di cui è dotata l’Isola ecologica, facendo bene attenzione a non farsi immortalare dagli «occhi elettronici». Nel proprio sito la Trapani servizi ha comunicato che “a causa dell’ennesimo furto perpetrato ai danni del centro comunale di raccolta, lo stesso rimarrà chiuso, presumibilmente, fino al prossimo 4 febbraio al fine di rispristinare gli impianti e le attrezzature danneggiate». Nonostante l’avviso molti utenti, però, si sono recati alla litoranea trovando i cancelli chiusi.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook