BENI CULTURALI

Niscemi, trasloca il museo della civiltà contadina

di

NISCEMI. Un sogno della città, cullato da decenni, diventa finalmente realtà. Il museo civico, realizzato nell'ex convento dei Frati Minori Francescani (fino a qualche anno fa sede dell'ospedale Suor Cecilia Basarocco), comincia a riempirsi di reperti, ora che le maestranze dell'impresa appaltatrice, che ha eseguito il restauro conservativo del complesso monumentale, hanno ultimato i lavori.

Già, il direttore del museo della civiltà contadina, Salvatore Ravalli, ha iniziato il trasferimento presso la nuova sede della ricca collezione dei reperti che testimoniano il lavoro e la vita dei nostri padri. Si tratta di circa cinquemila pezzi, di cui 650 già catalogati e vincolati dalla Soprintendenza regionale ai Beni Culturali.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X