GUP

Alcamo, chiesti 2 anni e 4 mesi per Papania

di

ALCAMO. Pene per circa 10 anni di reclusione sono state chieste dai pm Franco Belvisi ed Anna Trinchillo nel processo con il rito abbreviato in corso davanti al gup di Trapani Lucia Fontana, a carico dell'ex senatore del Pd Nino Papania ed altre sei persone accusati, a vario titolo, di voto di scambio in occasione delle elezioni amministrative del 2012 ad Alcamo.

Papania ed il suo collaboratore di segreteria Massimiliano Ciccia sono accusati di concorso esterno ad un'associazione a delinquere finalizzata appunto al voto di scambio. I pm hanno chiesto, rispettivamente, due anni e quattro mesi di reclusione per l'ex Senatore, ed un anno, sei mesi e venti giorni per Ciccia. La pena maggiore, però, pari a due anni e sei mesi, è stata chiesta per l'operaio Giuseppe Bambina, mentre sono stati proposti un anno e otto mesi ciascuno per il geometra Giuseppe Galbo e l'agricoltore Filippo Renda.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X