TRIBUNALE

Marsala, processato per usura un nucleo familiare

di

MARSALA. Si allarga a macchia d'olio la vicenda giudiziaria che dall' aprile all' ottobre 2013 ha visto agli arresti domiciliari, per usura ed estorsione, il 56enne commerciante marsalese Paolo Mirabile.

Con il noto imprenditore, operante nel settore dei prodotti per l' agricoltura (punto vendita in un ex molino di grano di contrada Pispisia), adesso sotto processo, con le stesse contestazioni, sono anche un fratello e una sorella, Francesco e Giovanna Mirabile.

Con la riunificazione dei due procedimenti (quello a Paolo Mirabile è iniziato da tempo), è stato avviato, davanti il Tribunale di Marsala (presidente del collegio: Sergio Gulotta), il processo ai tre presunti "strozzini". I fatti contestati sono relativi al periodo compreso tra il 2008 e il 2010.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook