SERIE B

Trapani, ko con la Ternana: partita decisa al 91'

Esordio amaro nel girone di ritorno per il Trapani che perde a Terni in una gara avara di emozioni e certamente da serie inferiore. Una partita alla camomilla persa dai granata al 91’ per una decisione arbitrale che farà tanto discutere su un passaggio all’indietro probabilmente non volontario che ha fatto scattare il calcio di punizione per i padroni di casa.

Da qui è nata l’azione del gol vincente per la formazione allenata da Breda. Per la cronaca parte forte la Ternana che costringe il portiere granata Nicolas al miracolo al 2’ con un colpo di testa di Janse. Al 17’ Coppola trova Furlan in area ma il giocatore non si coordina bene e di sinistro manda a lato. Ancora provvidenziale il portiere trapanese Nicolas che salva su Gonzales da distanza ravvicinata dopo azione di calcio d’angolo.

Sempre pericolosa la Ternana al 44’ con un colpo di testa di Meccariello che va alto sulla traversa. Non è un primo tempo sicuramente esaltante, a tratti noioso, con la Ternana a cercare la porta granata e il Trapani, che presenta il neo acquisto Luca Nizzetto a centrocampo, nullo in zona offensiva. Nella ripresa, che inizia in maniera scialba, al 64’ Cosmi sostituisce lo spento Torregrossa con Raffaello.

Alla mezz’ora si svegliano i granata con il solito Coronado (cercato nelle ultime ore dal Chievo) il quale con una azione personale manda in porta da distanza ravvicinata ma è pronta la risposta del portiere di casa. Al 76’ nel Trapani Montalto rileva Nadarevic. Entra pure Cavagna al posto di Scozzarella all’ 84’. Al 91’ la Ternana passa inaspettatamente in vantaggio con lo zampino dell’arbitro.

Il signor Manganiello concede un calcio di punizione dal limite alla Ternana per un disimpegno di Cavagna con palla che arriva nei pressi di Nicolas il quale la raccoglie con le mani. Una decisione discutibile ma penalizzante per il Trapani. Sul calcio di punizione c’è una deviazione di un difensore granata, la palla giunge sulla testa del nuovo entrato Gondo che approfitta e mette in rete con Nizzetto il quale nemmeno salta per contrastarlo.

Una sconfitta certamente brutta per come e quando è avvenuta, dato che arrivati a quel punto si credeva che la posta in palio era già spartita.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook