CASTELVETRANO

"Non pagava il conto", la lite e poi la fucilata: ambulante uccide cliente

di
L’anziano venditore ambulante di panini e panelle dopo il delitto si è consegnato ai carabinieri, sono due i testimoni
CASTELVETRANO, omicidio, Trapani, Cronaca
Il luogo del delitto

CASTELVETRANO. Un colpo d’arma da fuoco ha segnato, ieri sera, la tragedia a Castelvetrano. Uno sparo che è stato udito dalle tantissime persone che, come ogni domenica, prendono d’assalto «Belicittà».

A pochi metri dal centro commerciale di via Caduti di Nassirya, una lite tra un venditore ambulante e un cliente insolvente è culminata in omicidio. A perdere la vita Giovanni Pellicane, 40 anni, già noto alle forze dell’ordine, avendo alle spalle precedenti penali per reati contro il patrimonio.

Raggiunto da una fucilata al petto non ha avuto scampo. A far fuoco, Salvatore Accardo, 60 anni, meglio conosciuto come u zu Turiddu, venditore ambulante di panini e panelle.

Una tragedia annunciata? Appare probabile perchè sembrerebbe che tra vittima e sparatore da tempo non corresse buon sangue. Giovanni Pellicane, infatti, secondo alcune indiscrezioni, era solito andare a mangiare dall’anziano ambulante senza mai pagare il conto, nonostante gli ammonimenti del commerciante.

Stanco di subire l’ennesima angheria, Salvatore Accardo ha imbracciato un fucile ed ha fatto fuoco contro il cliente.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X