COMUNE

Tassa sui rifiuti, evasione da 300 mila euro a Trapani

di

TRAPANI. Il Comune di Trapani recupera altri 300 mila euro circa per il pagamento della tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani dovuta dai trapanesi per gli anni 2009 e 2010 (allora si chiamava Tarsu), mentre rimane ancora in debito, almeno per adesso, nei confronti degli utenti che circa 2 anni addietro hanno pagato per errore due volte lo stesso tributo.

E’ questo in sintesi l’esito di un provvedimento dell’amministrazione comunale da un canto e di una risposta che la stessa ha dato ad alcuni esponenti politici che hanno sollevato il problema. Ma andiamo per ordine:per quanto concerne il recupero della somma di circa 300 mila euro ciò avverrà a breve a seguito di un accertamento effettuato dagli Uffici competenti di Palazzo D’Alì.

Infatti, in base ad un provvedimento dell’Ente viene fatto evidenziare tra l’altro che a seguito della continua attività d’accertamento espletata dall’Ufficio Tributi, è stata registrata l’emissione di oltre 3 mila avvisi di pagamento relativi alla Tarsu per gli anni 2009 e 2010,di cui circa 2,400 divenuti esecutivi per il termine decorso di 60 giorni dalla data di notifica e per aver ricevuto in parte comunicazione di adesione all’avviso con pagamento ridotto delle sanzioni da parte del contribuente per un importo complessivo di circa 300 mila euro. Di conseguenza le somme sono state inserite in bilancio salvo poi reali verifiche fra qualche mese.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X