AMBIENTE

«Tolleranza zero» per chi abbandona i rifiuti a Marsala

di
Disposto il potenziamento dei controlli su tutto il territorio. C’è l’invito a rispettare le ordinanze

MARSALA. Il Comune non desiste ed intensifica la lotta contro quanti, nonostante tutte le sollecitazioni, gli inviti e le multe elevate dalla Polizia Municipale continuano a abbandonare i rifiuti per strada.

Considerato che il fenomeno non ha ancora fatto registrare quei risultati che ci si aspettava, il dirigente del settore Servizi Pubblici Locali, ingegnere Francesco Patti, ha dato precise disposizioni perché non solo i vigili urbani intensifichino l'azione di lotta contro i trasgressori delle norme sul deposito dei rifiuti, ma chiede la collaborazione dei cittadini perchè siano anche loro a segnalare irregolarità e inosservanza delle ordinanze sindacali. "Non è possibile che, nonostante tutte le iniziative e soprattutto le multe parecchio salate che sono state elevate dai vigili urbani e dalle segnalazioni del personale dell'"Aimeri Ambiente che fanno altre multe - dice il dirigente Patti - ci siano ancora persone anche di un certo livello sociale e culturale, che continuano ad abbandonare i rifiuti in maniera scriteriata per la strada pur essendo in piena attività ed efficienza le "isole ecologioche".

E' una assoluta mancanza di rispetto per la città e per quanti si impegnano a renderla pulita". Da qui quella "tolleranza zero" e il potenziamento dei sistematici controlli su tutto il territorio per porre fine ad un malcostume che, forse proditoriamente, mira a dare della città un'immagine deleteria.

Anche se in vero ispettori ambientali e polizia municipale non hanno conosciuto sosta nel cercare di svolgere sia un'azione preventiva che punitiva. Anche il Commissario straordinario Giovanni Bologna è intervenuto sul problema sottolineando come il disfarsi dei rifiuti buttandoli per strada sia davvero incomprensibile e non soltanto per le multe pesanti a cui vanno incontro i trasgressori. E a tal proposito non manca di invitare ancora una volta i cittadini ad essere più rispettosi delle ordinanze che disciplinano la raccolta dei rifiuti "per dare un segno di civiltà e di rispetto per sé e per gli altri".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X