IGIENE

Lotta al randagismo, a Mazara trenta «tutor» per i cani

di
Campagna di mobilitazione del Comune per combattere il fenomeno, stand in piazza della Repubblica per sensibilizzare la popolazione alle adozioni

TRAPANI. Lotta al randagismo senza tregua. L'amministrazione comunale, guidata dal sindaco Nicola Cristaldi, intende estirpare il fenomeno anche per le continue proteste di cittadini, ed ha messo in campo una serie di iniziative: ritorno degli accalappiacani, allargamento del "rifugio sanitario" che può ospitare 77 cani ma c'è già un progetto che prevede un'espansione del presidio che si trova in contrada Affacciataad oltre 150 animali, ed infine l'adozione di cani da parte dei cittadini sulla quale punta molto il sindaco.
Il Comune, tra l'altro, è disposto a pagare anche gli eventuali trasferimenti di animali in altre sedi a totale carico dell'ente e per incentivare questa soluzione ha trovato degli accordi con associazioni animaliste, che da anni hanno cura dell'amico dell'uomo e sono in contatto anche con animalisti in tutta Europa.
Domenica scorsa, inoltre, l'amministrazione comunale, ha organizzato la «Giornata del cane» in piazza della Repubblica, nel cuore della città. Nonostante le avverse condizioni climatiche, numerose persone si sono avvicinate al gazebo allestito dal comune alla presenza del personale del «Rifugio Sanitario», coordinato dall'ispettore dei vigili urbani, Filippo Passanante e componenti dell'Ufficio di Gabinetto e di staff del sindaco Cristaldi, che hanno fornito informazioni e distribuito materiale informativo sull'adozione dei cani e sul ruolo di tutor: circa una trentina le persone che hanno lasciato i propri recapiti, dando la disponibilità ad esercitare il ruolo di tutor (responsabili morali dei cani presenti nel territorio).
ALTRE NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X